Aviation

DL rilancio, continuità ed Air Italy

Tempo di lettura 2 minuti

Nella versione definitiva del decreto rilancio e’ sparito il contratto quinquennale per 5 anni con la Newco per la continuità territoriale.

Permane il rischio dell’assegnazione senza alcun bando con un danno in termini di concorrenza e non discriminazione, possibile di atto sanzionatorio e KO della Commissione Europea.

Tutti i vettori verrebbero quindi esclusi a favore della sola Alitalia senza alcun bando.

Da definire il ruolo che dovrà avere la ragione Sardegna nella definizione degli accordi.

Un decreto davvero scritto male che richiederà la stesura di diversi decreti attuativi (si parla di circa 90) che in molti aspetti ne stravolgeranno lo spirito, direi fortunatamente, da vedere con quale spirito e competenze, che mancano! Ed i margini che avranno le camere.

Bisognerà anche attendere La Commissione Europea che si dovrà pronunciare non solo sul possibile aiuto di stato non autorizzato, ma anche sulle modalità di assegnazione della continuità.

Fa discutere anche la possibilità di assorbire rami di altri vettori o affittare rami di azienda, si parla di Air Italy nella Newco, una mossa che potrebbe avere senso solo se Alitalia avesse bisogno di altro personale, ma con i 7000 in CIG ed esuberi che continueranno ad esistere anche nella Newco, sarebbe solo una mossa politica non assolutamente strategica dal punto di vista industriale ed appesantirebbe ulteriormente il “carrozzone”.

La classica soluzione politica assistenzialista, con tutto il rispetto per i dipendenti Air Italy che non risolverà il problema ma creerà le condizioni per ammortizzatori facili per il personale, senza definire un piano serio per garantire l’operativita’ di Air Italy.

Non si può e non si deve avvallare nessun provvedimento legislativo politico che metta a rischio la concorrenza, l’imparzialità dei provvedimenti e la parità di accesso per tutti i vettori a contributi (che io personalmente non condivido) come ad esempio per la connettività strategica minore fuori mercato che altrimenti rimarrebbe scoperta (e’ tutto da vedere…).

Ho un rispetto indiscutibile nel difficile lavoro della politica in questo momento, ma non possiamo avvallare errori così evidenti della vecchia politica.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi