Aviation

Spagna, Francia e Germania al lavoro per un protocollo…

Tempo di lettura 2 minuti

In Italia non se ne parla, ma la stampa spagnola ha riferito che Il governo italiano mantiene contatti con Spagna, Francia e Germania per sviluppare un protocollo di azione comune e consentire voli estivi “senza condizioni di quarantena reciproche“.

Lunedì il ministro dei trasporti Paola De Micheli ha tenuto una conferenza stampa in videoconferenza con la stampa straniera e la ministra è stata chiara quando le è stata posta la domanda se il governo italiano fosse in contatto con gli altri paesi membri dell’UE, dopo che Francia e Regno Unito hanno concordato che non vi sarà quarantena tra i due paesi.

Abbiamo contatti quotidiani con Berlino, Parigi e Madrid. Abbiamo formato un gruppo di lavoro con i quattro ministri dei trasporti di questi quattro paesi e abbiamo già elaborato linee di intervento (…). Da questo punto di vista, siamo quasi in una posizione per riaprire, lo faremo senza la necessità di una quarantena reciproca “, ha riferito Paola De Micheli.

Il ministro ha dichiarato di “non essere sicuro, ma fiducioso” sull’arrivo di turisti stranieri nei prossimi mesi, ma l’eventuale apertura dei confini avverrà solo dopo aver verificato che la curva di diffusione del comtagio è ancora sotto controllo, sia in Italia che nei paesi di origine dei turisti.

L’apertura del turismo dovrà essere studiata in linea con l’evoluzione della curva di contagio, nel nostro paese e in altri paesi, perché (la pandemia di coronavirus) non si è sviluppata allo stesso modo in tutti i paesi. In base alla curva per le prossime settimane e a ciò che accadrà nei potenziali paesi di arrivo, saremo in grado di aprire voli e aeroporti con un sistema rapido da una settimana all’altra, in grado di rispondere alla sicurezza e al mercato, se ritorna riprendere la sua attività in modo serio “.

L’Italia non imporrà la quarantena “Se apriamo al turismo non ci sarà la quarantena

Domani (13 maggio) la Commissione europea presenterà il suo piano per revocare le misure di contenimento del coronavirus per il trasporto aereo.

In questo senso, De Micheli ha confidato che l’Unione Europea è in condizioni questa estate per consentire ai “turisti di spostarsi” tra i paesi membri “in modo sicuro“.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi