Airbus Lauda Austrian

Lauda esorta il governo austriaco a non concedere aiuti…

Tempo di lettura < 1 minuto

Ryanair con l’acquisto di Lauda, ha dato inizio ad un ambizioso piano di espansione a Vienna, ed ora punta il dito su possibili aiuti di stato ad Austrian Airlines, parte del gruppo Lufthansa.

Il gruppo lufthansa, sta cercando per ognuna delle sue controllate, aiuti dai rispettivi governi, SWISS in Svizzera, Brussels Airlines in Belgio e Austrian in Austria.

Ryanair tramite Lauda ha esortato il governo austriaco a non concedere aiuti di Stato ad Austrian Airlines, a tutti gli effetti un vettore di un gruppo tedesco, è questa la motivazione per cui Lauda afferma che “i contribuenti austriaci non dovrebbero sovvenzionare una società tedesca”.

Andreas Gruber, amministratore delegato di Lauda, ​​ha dichiarato “Non crediamo che Lufthansa dovrebbe ricevere aiuti di Stato dai contribuenti austriaci esattamente allo stesso modo in cui non crediamo che Ryanair dovrebbe ricevere aiuti di Stato dai contribuenti austriaci“.

Il coronavirus ha messo in evidenza la precarietà di molte compagnie aeree, che ora cercano importanti aiuti dai governi, alcune non lo stanno facendo, come ad esempio Ryanair, che si limita al sostegno al reddito per i suoi dipendenti, mentre Austrian chiede al governo austriaco da 500 a 800 milioni di euro.

Il ministero delle finanze ha affermato che Lauda potrebbe avvalersi degli strumenti inclusi nel pacchetto di aiuti del governo che ammontano a 38 miliardi di euro e destinato alle società con unità operative in Austria.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi