Coronavirus Covid-19

Trasporto aereo, un dato positivo dalla Cina

Tempo di lettura < 1 minuto

In Cina ormai non si registrano nuovi contagi da giorni, gli unici casi positivi quelli di ritorno, i blocchi lentamente vengono tolti e viene consentito gradualmente alle persone di circolare.

Si cerca di tornare alla normalità, e la Cina ci sta riuscendo, è ripreso anche il traffico aereo domestico ed anche quello intercontinentale, con il volo quotidiano di Air China da Pechino a Londra.

Lo dimostra una veloce vista da FligtRadar24, il numero di aerei in volo in Cina è visibilmente superiore a quello di un mese fa, c’è una luce in fondo al tunnel e la Cina dopo 4 mesi sta riprendendo a volare.

Una speranza ma insieme una prova per il mondo che uscire da questa crisi è possibile, nessuno di noi ha paura di volare, ma c’è solo paura per il coronavirus che non ci impedirà nuovamente di riprendere a viaggiare, come prima, più di prima.

La Cina ha visto un rapido aumento del 73% delle partenze dal 17 febbraio, solo nella prima settimana di marzo del 50%, che coincide con la riapertura di alcune fabbriche.

Volare è sicuro, in questo articolo, spiego, grazie ad Airbus, che mi ha fornito un supporto tecnico, come l’aria in cabina sia pulita, ricambiata completamente ogni 3 minuti.


LIVE

CINA: 54 nuovi casi tutti dall’estero

Sono 54 i nuovi casi di coronavirus in Cina nelle ultime 24 ore, tutti provenienti dall’estero. Lo ha comunicato la Commissione nazionale per la salute, aggiungendo che altri 383 pazienti sono guariti. Tre i morti, tutti nella provincia di Hubei dove però nessun nuovo caso e’ stato registrato nelle ultime 24 ore. In totale in Cina si contano 81.394 casi di contagio. Le vittime dell’epidemia sono 3.295. I guariti nel complesso ammontano a 74.671.

aggiornamento al 07:03 28/03/2020

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi