Delta

Delta, 300 aerei a terra

Tempo di lettura < 1 minuto

Anche Delta attiva il piano di emergenza, per ridurre l’impatto del forte calo della domanda a causa dell’epidemia di Coronavirus.

Gli Stati Uniti hanno dichiarato da ieri lo stato di emergenza, Trump non ha più potuto negare che il virus sta colpendo anche gli Stati Uniti.

Ed Bastian, amministratore delegato di Delta, la prima compagnia americana, in una comunicazione ai propri dipendenti ha comunicato che sta attivando i contatti con il governo per chiedere un aiuto per proteggere la liquidità e la solidità finanziaria della compagnia.

Delta ridurrà la sua capacità del 40% nei prossimi mesi, e non è escluso che questa percentuale aumenterà, un dato allarmante che supera quello in seguito all’attentato terroristico alle torri gemelle dell’11 settembre 2011, saranno 300 gli aerei Delta fermi a terra.

Inoltre saranno effettuati tagli per circa 2 miliardi di dollari ed altre spese di consulenza e appaltatori esterni.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi