Airbus

Airbus A319neo con motori Pratt & Whitney GTF

Tempo di lettura < 1 minuto

Anche l’A319 ha la sua versione neo con motori Pratt & Whitney GTF.

Decollato da Tolosa alle 12.30 e atterrato alle 15:20, a bordo un equipaggio di cinque persone tra cui il capitano Philippe Castaigns, il primo ufficiale Shaun Wildey, gli ingegneri collaudatori Frank Hohmeister, David O’Nions e l’ingegnere di volo per i Test Cedric Favrichon.

Il velivolo con matricola MSN 6464, effettuerà un ampia erie di test di volo per ottenere la certificazioni con i nuovi motori P & W GTF entro il quarto trimestre del 2019.

Lo stesso aeromobile era stato inizialmente alimentato con motori CFM LEAP-1A per la richiesta di certificazione iniziata il 31 marzo 2017 che si è conclusa con la certificazione FAA / EASA nel dicembre 2018.

A319 fa parte della famiglia A320

L’A319 è parte della famiglia Airbus della serie 320, che è per il 95% simile alle altre versioni della famiglia, particolarità che permette all’A319 di essere inserito dai vettori senza ulteriori sforzi questo modello in flotte dove già sono presenti aeromobili A320, ad esempio consente ai piloti della famiglia A320 di pilotare l’aereo senza la necessità di ulteriore addestramento.

L’A319neo, adotta i nuovi motori e le nuove winglets  Sharklet ™ che permettono un’ulteriore riduzione dei consumi.

Le nuove Sharklet ™ si possono istallare anche nei modelli precedenti e già in servizio

La serio neo consente un risparmio di carburante del 15% e una significativa riduzione delle emissioni di NOx e una riduzione del rumore.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi