easyJet

easyJet: ricavi in crescita del 19,5%

Un primo semestre nettamente positivo per easyJet, diversi i fattori che hanno permesso un incremento dei ricavi, in crescita del 19,5%, a quota 2,18 miliardi di sterline:

  • un aumento del loadfactor cresciuto di 0,9 punti percentuali al 91,1% (91,9% escludendo Tegel);
  • una riduzione delle capacità dei vettori concorrenti nei mercati e rotte di easyJet;
  • il calendario pasquale che è stato anticipato;
  • un aumento dei passeggeri che al 31 marzo 2018 segnava un + 3,0 milioni arrivando a quota 36,8 milioni, inclusi i 0,7 milioni dei nuovi voli da Berlino Tegel lanciate a gennaio da easyJet successivamente all’acquisizione di alcuni asset di AirBerlin;
  • un aumento della capacità del  7,8% con un espansione della rete del in quanto  4,6% che solo con Berlino Tegel sono 1,2 milioni di posti in più;
  • aumento delle entrate del 19,5% a £ 2.183 milioni (H1 2017: £ 1.827 milioni);
  • vendita e al leaseback di dieci aeromobili A319.

Nel prossimo futuro cosa prevede il board di easyJt:

  • Continuare a sviluppare il segmento pacchetti vacanze, fidelity e clientela corporate;
  • Mantenere un approccio rigoroso sul controllo dei costi della compagnia, con una particolare attenzione ai piani per sopperire ad eventuali interruzioni del servizio;
  • Aumento del cash-flow con un aumento dei rendimenti degli azionisti, in seguito al lavoro che in questi anni hanno permesso ad easyJet di conquistare una solidità sia del marchio che finanziaria.

Johan Lundgren, Chief Executive di easyJet, ha così commentato:

apice“EasyJet ha conseguito una performance eccellente con un profitto di £ 8 milioni, uno dei nostri migliori risultati di sempre nel periodo di trading invernale (escluso l’impatto una tantum della start-up della nostra operazione Tegel). Le entrate totali sono state superiori a 2 miliardi di sterline per la prima volta, quasi il 20% su base annua. Questo risultato è stato determinato da un numero record di passeggeri a 37 milioni e dalle vendite più elevate mai realizzate in precedenza, grazie alla possibilità di offrire ai passeggeri più opzioni e prezzi più bassi sul bagaglio da stiva insieme al nostro bistro in volo potenziato.

“La nostra performance è stata favorita dalla riduzione delle capacità di altre compagnie aeree, ma è stata anche sostenuta dalla forza del marchio easyJet che è ora il marchio di compagnie aeree più considerato nel Regno Unito (2), che anticipa per la prima volta BA. ha raggiunto il traguardo di trasportare 13 milioni di viaggiatori d’affari all’anno – in parte sostenuti dall’aumento delle rotte città-città come abbiamo iniziato con successo le operazioni a Berlino Tegel.

“Passando alla nostra strategia, ho annunciato oggi un aumento degli investimenti in easyJet Holidays per ottenere una maggiore quota di quel mercato, ho presentato una serie di iniziative per aumentare il numero di passeggeri in viaggio per affari e ha rivelato piani per introdurre un nuovo programma di fidelizzazione che sosterrà e rafforzerà tutte queste iniziative e aumenterà ulteriormente la fedeltà dei passeggeri a easyJet. Ho inoltre delineato nuovi investimenti per sfruttare la potenza dei nostri dati per migliorare la nostra proposta dei clienti, ridurre i costi e aumentare le entrate. sede e rendimenti più elevati per i nostri azionisti.

“Sono inoltre lieto di annunciare una serie di nuovi appuntamenti al Consiglio di amministrazione della compagnia aerea con un mix di promozioni interne e nuovi assunti a easyJet. Ciò consentirà alla compagnia aerea il giusto equilibrio di competenze, esperienza e diversità per fornire la nostra strategia e prendere easyJet di forza in forza. “

comunicato stampa completo: qui

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi