Frances Ouseley - easyjet italian director Alitalia

easyJet in pole per Alitalia

easyJet ha tutte le carte in regola per acquisire Alitalia, dopo la BREXIT ha subito creato easyJet Europe con sede a Vienna, così da poter aver mani libere nel mercato Europeo, sia dal punto di vista operativo sui voli che per eventuali acquisizioni.

Frances Ouseley, director Italy di easyJet spiega alla stampa di aver incontrato i tre commissari di Alitalia e di aver elaborato un piano che soddisfa al 100% le richieste della compagnia Italiana e del governo.

easyjet è l’unica fino ad ora ad aver presentato un piano in linea con le richieste de commissari, a differenza di Lufthansa e Cerberus che invece prevedono un forte ridimensionamento della compagnia, un gran numero di esuberi e cosa non meno importante nel caso di fondo americano, l’intervento dello stato.

easyJet vista quest’ultima mossa si sente giustamente in pole position nella corsa all’acquisizione di Alitalia. Ouseley spiega che la sua compagnia “è fortemente focalizzata sul breve e medio raggio”, le rotte di AZ potrebbero aggiungersi a quelle del vettore arancione e col modello di business di easyjet riportarle in attivo, visto il trend di crescita dei ricavi proprio di easyjet per rotte compatibili con quelle di Alitalia.

E il lungo raggio? Qui entra in scena Air France che ha incontrato di recente più volte i manager di easyjet per offrire in accoppiata una proposta sul 100% di Alitalia, come vorrebbe il governo italiano.

AirFrance ha da poco lanciato Joon, la compagnia #JOUNG non low-cost ,ma un vettore ibrido, che potrebbe in qualche modo essere utile per il rilancio di Alitalia, e considerando che la fusione KLM-Air France non abbia influito negativamente sul vettore Olandese, ci sono ottime basi per sperare in un futuro positivo per la nuova Alitalia.

Rimane da considerare che non so quanto possa continuare ad esistere un Alitalia con il solo lungo raggio e in che modo il piano di easyJet potrà fondersi ad esempio sotto un unica nuova Alitalia con Air France, staremo a vedere quali saranno i prossimi passi dei due vettori per riuscire a delineare uno scenario con delle basi più solide, magari spero di incontrare presto magari a Venezia dove easyJet baserà altri due aerei, Frances così da poterle per una breve intervista sui piani di easyJet.

Quanto ai tempi dell’operazione, Ouseley spiega che la “procedura dipende dai commissari. Abbiamo però anche noi la percezione che le cose si stiano allungando”, percezione corretta, in quanto sia i commissari che il governo, visto il nuovo scenario che si è venuto a creare con l’ingresso di nuovi soggetti post-gara, si stanno prendendo ulteriore tempo per valutare meglio la situazione attuale.

Nel frattempo bisogna dire come i conti di Alitalia stiano migliorando grazie alla cura dei tre commissari e più precisamente ai tagli su spese che ancora oggi mi chiedo come fossero possibili, vedi ad esempio i vergognosi costi di leasing che un manager con un po di cervello non avrebbe mai accettato essendo stati del tutto fuori mercato.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi