Aviation

Boing 777X

E’ risaputo come io possa perdere la testa alla sola vista di due ali così eleganti e morbide frutto del disegno dei nuovi modelli di aerei, per aumentarne l’aerodinamica con una conseguente riduzione dei consumi e aumento delle performance complessiva del velivolo.

Boeing ha quasi terminato la fase di assemblaggio del 777X, nuova versione del 777 che attualmente è uno dei principali bimotori utilizzati per il lungo raggio, nelle sue diverse versioni.

Il 777X verrà prodotto in due modelli: il 777-8X ed il 777-9X. Insieme al suo fratello minore già operativo, ovvero il 787, sarà il diretto concorrente del nuovo A350 di Airbus.

Secondo i dati di Boeing, il 777X sarà “il più grande ed il più efficiente jet bimotore del mondo“.

Come anche per i nuovi modelli NEO di Airbus ed in particolare l’A350 e il 787 di Boing, nell’uso dei materiali è stato fatto largo uso di materiali compositi, che diminuiscono il peso complessivo del velivolo, affiancando motori più efficenti e alcune tecnologie derivate dal 787.

Boeing 777X folding wingtips.jpg

Una delle curiose caratteristiche del 777X saranno le sue but folding (ali pieghevoli) necessarie, vista l’apertura alare che passerà da 64,62 m. (212 ft) a 71,32 m. (234 ft) per consentire di rispettare le misure imposte dalle aree di parcheggio degli aeroporti.

Dimensioni e pesi
Lunghezza 70 m (777x-8)
77 m (777x-9)
Apertura alare In volo: 72 m (236) ft
A terra (piegate): 65 m (213) ft
Passeggeri 350-375 (777-8X),
400-425 (777-9X)
Configurazione a due classi
Propulsione
Motore Due turboventole General Electric GE9X
Spinta 2× 470 kN (105 000 lbf)
Prestazioni
Autonomia 16,110 km (8 700 NM) (777-8X),
14,075 km (7 600 NM) (777-9X)

se vuoi saperne di più … sito Boeing

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi