Milano

BRERA #MILANO

Il quartiere di BRERA è uno dei più noti di Milano, punto di riferimento per molti artisti con la sua accademia di belle arti fondata nel 1776 da Maria Teresa d’Austria, la Pinacoteca di Brera e i suoi numerosi studi e negozi di grandi firme.

Collocata nelle immediate vicinanze di Corso Como e quindi a pochi passi da piazza Gae Aulenti e la stazione di P.ta Garibaldi, in passato l’accesso della città di Milano ove era presente palazzo Braida, da cui deriva il nome del quartiere ovvero “terreno incolto”, è una delle zone più frequentate anche per una semplice passeggiata, tra le sue piccole  vie pedonali  che vi lasceranno sorpresi per la loro eleganza, facendovi scoprire un lato di Milano che molti non si immaginano.

Degni di nota sono Palazzo di Brera che fu trasformato dall’architetto Francesco Maria Richini e poi da Giuseppe Piermarini ( di cui si deve anche il progetto del teatro Alla Scala) che oggi ospita la Pinacoteca, l’accademia di Belle Arti e la Biblioteca Braidense oltre all’orto botanico che nei suoi 5000 metri quadrati conserva circa 300 specie diverse, ed è stato voluto dall’imperatrice Maria Teresa d’Austria nel 1774, che volle anche la realizzazione dell’osservatorio astronomico.

Per gli amanti dell’architettura, sono splendidi esempi di stile liberty: in via Gaudia l’acquario civico dell’ architetto Locati, costruito nel 1905 con la sua monumentale facciata caratterizzato da un grande finestrone con la statua di Nettuno con il tridente. In via Legnano, al civico 26, Casa Verga, ed infine penso uno dei palazzi più conosciuti di Milano anche per chi non ha mai visitato la città, la storica sede del Corriere della Sera in via Solferino, realizzata tra il 1903 e il 1904.

La stazione della metro più vicina è Lanza Milano_linea_M2.svg  proseguendo nella vostra passeggiata potreste raggiungere il Castello sforzesco, Piazza Duomo e la Scala.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi